Come eravamo

Monitor CRT: ergonomico a chi, scusi?!?

16 ottobre 2015

Ti ricordi lo schermo CRT? Questo tipo di display fu sviluppato nel 1987 e fino al secolo scorso era fra i più utilizzati. Oggi, con l'avvento degli schermi a cristalli liquidi e degli schermi al plasma, lo schermo CRT è caduto in disuso.

Nascita

Il primo tubo a raggi catodici della storia è il tubo di Crookes, che fu realizzato da William Crookes negli anni '70 del XIX secolo.

Nel 1987 fu poi il fisico tedesco Karl Ferdinand Braun a costruire il primo oscilloscopio utilizzando uno specifico tubo catodico, da lui ideato e in seguito chiamato "tubo di Braun": il primo tubo a raggi catodici ad avere una reale applicazione pratica.

Un'ennesima svolta si ebbe nel 1907 quando Boris Rosing, uno scienziato russo, utilizzò uno schermo CRT per ricevere il segnale di un'immagine video, riuscendo a visualizzare delle forme geometriche sullo schermo.

Fu poi lo statunitense Philo Farnsworth a realizzare il primo prototipo del tipo utilizzato nei televisori moderni.

Nuovi e vecchi monitor

La tecnologia alla base dello schermo CRT crea le immagini utilizzando un tubo a raggi catodici, dove i raggi convogliano su di una superfice fotosensibile. Questo genere di struttura fa sì che il monitor CRT sia di grandi dimensioni e possa risultare ingombrante.

I monitor CRT sono oggi quasi scoparsi dai negozi, dove sono ormai diffusi monitor di nuova generazione come gli LCD e monitor LED.

I monitor LCD sono basati su di una tecnologia molto più recente rispetto ai CRT, lo schermo è costituito da un pannello a cristalli liquidi, una sostanza a metà fra il solido e il liquido, che possono assumere diverse colorazioni attraverso l'utilizzo di impulsi elettrici e luce "polarizzata".

In particolare il monitor LCD, non avendo il tubo catodico ma solo un pannello di piccolo spessore, è molto meno ingombrante del monitor CRT ed è perfetto anche per chi ha poco spazio.

Il monitor LED è un monitor LCD dove però la lampada di retroilluminazione è stata sostituita da un sistema LED che lo rende meno inquinante, più riciclabile, e con una gamma di colori più brillanti e contrastati.

Vuoi saperne di più?

Se vuoi approfondire la storia del modem analogico e fare un nostalgico tuffo nel passato ti consigliamo questo approfondimento:

Wikipedia - Schermo CRT

Per eventuali richieste potete contattarci via email ad uno degli indirizzi di questa pagina oppure compilare il modulo sottostante. Sarà nostra cura rispondervi al più presto.


Per informazioni:


kinetica@kinetica.it


Tel +39 051.3140699



Dal lunedì al venerdì: 9:00-13:00 - 14:00-18:00

Sabato e domenica: chiuso

Accesso kinetica

area clienti

Home

accesso MailUp

note legali     credits     privacy policy     cookie policy     P.IVA IT02105531202