Http/2: la nuova versione dell’HyperText Transfer Protocol che ne migliora le prestazioni

Http/2: la nuova versione dell’HyperText Transfer Protocol che ne migliora le prestazioni
17 febbraio 2017 kinetica
News

Sai cos’è l’HyperText Transfer Protocol? Quello che più comunemente viene chiamato http, che precede l’indirizzo di un sito e regola le connessioni fra il server, il sito web e il browser dell’utente.

Spesso le performance di http sono ritenute troppo lente, così sui browser è da poco arrivato http/2: la nuova versione dell’HyperText Transfer Protocol progettata per migliorarne nettamente le performance.

Le novità di http/2

La nuova versione di http si basa sulle caratteristiche di Google SPDY: un protocollo compatibile sviluppato da Google appositamente per aumentare la velocità di caricamento di una pagina web.

Una delle differenze più rilevanti infatti è la prestazione di http/2 nei casi di connessioni multiple per caricare più risorse parallelamente.

Il nuovo http/2 è strutturato per poter trasportare più richieste nello stesso tempo, agendo in modo indipendente su ognuna di esse e non creando quindi la coda che rallenta i tempi di risposta del comune http.

http/2 e https

La rivoluzione dei protocolli di comunicazione passa, oltre che per http/2, anche per https.

L‘HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer (HTTPS) è un protocollo per la comunicazione sicura attraverso una rete di computer utilizzato su Internet. https permette la comunicazione tramite il protocollo http o http/2 aggiungendo la criptazione dei dati in modo da garantire:

  • maggiori garanzie sul fatto che si sta comunicando esattamente con il sito voluto e non con un sito falso;
  • miglior protezione della privacy;
  • integrità dei dati scambiati dal proprio computer con il sito che si sta visitando in modo da impedire che vengano intercettati da altri per scopi fraudolenti.

Finora il protocollo https è sempre stato usato in prevalenza per siti che eseguono transazioni o che effettuano uno scambio di dati sensibili. Google ha però dichiarato che https è a tutti gli effetti un fattore di ranking, ovvero viene considerato nel decidere come posizionare un sito nei risultati di ricerca poiché è da lodare l’iniziativa del titolare del sito di voler proteggere l’autenticità delle pagine web, la sicurezza degli account e della navigazione.

Uno sprint in più per il tuo sito

Perché non approfittarne allora? http/2 e https aiuteranno il tuo sito ad essere:

  • più veloce
  • più sicuro
  • più visibile sul motore di ricerca

Chiedici una valutazione gratuita su come implementare queste tecnologie sul tuo sito e avrai una marcia in più! Contattaci per un preventivo gratuito. 

Contatti

Per maggiori informazioni contattateci ai nostri abituali recapiti o mandate una mail a preventivi@kinetica.it.

Un piccolo glossario

Alcuni termini ti sono oscuri? Orientati meglio con il nostro piccolo glossario.

Man in the middle: letteralmente “uomo nel mezzo” che si frappone fra le due parti di una comunicazione a scopo fraudolento.

Eavesdropping: ascolto della conversazione privata fra le parti senza il loro consenso

Tampering: manomissione della comunicazione per falsificarne i contenuti

Se ti piace l'articolo, metti un like!

Modulo contatti

Tutti i campi sono obbligatori.

captcha


Accetto l’informativa privacy*.